Pillola del giorno dopo, da oggi Norlevo in vendita senza ricetta

By | 16 Marzo 2016

La pillola del giorno dopo da oggi sarà disponibile per tutte le donne maggiorenni senza necessità della ricetta medica.
In realtà, dettaglio che alle donne che ne hanno fatto uso non sarà sfuggito, la cosiddetta “pillola dei 5 giorni dopo” EllaOne, dall’anno scorso era già acquistabile in farmacia senza ricetta.
Adesso anche Norlevo, la pillola del giorno dopo, non necessiterà più di prescrizione: una modifica che mette definitivamente la parola fine alla ricetta medica per i contraccettivi di emergenza, ossia tutti quei farmaci assunti nei giorni immediatamente successivi a rapporti sessuali non protetti o sospetti.

Questi farmaci sono chiamati contraccettivi d’emergenza e non vanno confusi con la tanto contestata pillola dell’aborto RU486.

Il principio attivo di Norlevo è Levonorgestrel e viene assunto sia da solo che in combinazione con gli estrogeni.
Ma se le donne potranno acquistare il contraccettivo senza richiedere la ricetta, lo stesso non potranno fare le minorenni: sotto i 18 anni infatti l’obbligo di prescrizione non decade e sarà necessario presentare al farmacista la ricetta medica.

L’AIFA, agenzia italiana del farmaco, ha apportato questo cambiamento per adeguarsi alle direttive dell’Unione europea che nei mesi scorsi hanno suggerito di semplificare la vendita dei contraccettivi d’emergenza, in quanto questi avrebbero più efficacia se assunti a distanza di un giorno dal rapporto.
In realtà EllaOne, la pillola dei 5 giorni dopo, agisce anche a distanza di 5 giorni come dice lo stesso nome.

Sebbene la notizia che la prescrizione medica non è più indispensabile per l’acquisto di Norlevo, farmaci analoghi come Stromalidan ed Escapelle erano già acquistabili da qualche mese in farmacia senza ricetta. Norlevo è comunque il farmaco più economico disponibile sul mercato che agisce come contraccettivo d’emergenza.

La pillola del giorno dopo si rivela efficace al 95& se assunta nei limiti di tempo consigliati, e stando a quanto dichiarato dal presidente della società italiana di contraccezione Annibale Volpe, questi contraccettivi non hanno controindicazioni che rendano indispensabile la ricetta medica: la loro azione consente esclusivamente di ritardare l’ovulazione.

Non sono mancate le critiche da parte delle associazioni religiose. Secondo alcuni, la pillola del giorno dopo era già una forzatura come concetto, ma adesso che sarà disponibile in farmacia senza l’obbligo di ricetta la situazione diventerà ancora più grave, in quanto i giovani ne abuseranno.
“Almeno prima bisognava superare la vergogna di chiedere la prescrizione al proprio medico”.

Vittorio Contarina, presidente di Federfarma Roma, ha commentato così la decisione:”Norleva scatena in chi la usa una scarica ormonale elevatissima che può scatenare importanti effetti indesiderati. Il rischio a cui si va incontro abolendo l’obbligo di prescrizione è che fra i giovani passi il messaggio che si tratta di un contraccettivo come il preservativo o la normale pillola. Può diventare molto pericoloso per la salute e sostituire il preservativo, che invece contrasta la diffusione di malattie sessualmente trasmissibili.”