Bandiera verde per 133 spiagge. Premiate Mondello, Lignano, Fano e Positano

By | 9 Aprile 2016

Come ogni anno sono i pediatri italiani a stabilire quali sono le spiagge italiane che meritano la bandiera verde.
Un riconoscimento che premia le spiagge ritenute a misura di famiglia e di bambino, meritevoli del riconoscimento non soltanto per l’acqua pulita ma anche per le attrezzature che consentono ai più piccoli di assaporare una giornata al mare senza incorrere in rischi.

A partire dal 2008 Sono stati circa 2000 i pediatri incaricati da “ok salute” di stilare questo speciale elenco. Rispetto al 2015 abbiamo 34 spiagge nuove, promosse con la bandiera verde e 196 nuovi pediatri che sono stati consultati per esprimere la loro opinione.

I pediatri hanno elencato i parametri di riferimento per l’assegnazione dell’ambito vessillo: acqua bassa vicino la riva, che permette ai bambini più piccoli di fare il bagno vicino alla battigia senza perdere il contatto con la sabbia. La sabbia è assolutamente da preferire per le famiglie rispetto agli scogli, in quanto considerata meno pericolosa (anche se, diciamolo, forse più fastidiosa).
Italo Farnetani, il pediatra milanese che si è occupato dell’iniziativa, ha sottolineato anche l’importanza di altri fattori, come lo spazio in spiaggia per i bambini per giocare fra un ombrellone e l’altro, possibilmente senza interrompere il sonnellino di qualche adulto.
Imprescindibile la presenza dei bagnini in spiaggia, pronti ad intervenire qualora – si spera di no – ve ne fosse bisogno.
Altri elementi che influiscono positivamente sul giudizio dei pediatri sono le infrastrutture in spiaggia o nelle aeree limitrofe: gelaterie, ristoranti, bagni pubblici, presidi medici.
Per i piccolissimi è importante anche che vi sia uno spazio al sicuro sfruttabile dalle mamme al fine di provvedere al cambio di pannolino e pulizia del bimbo.

Farnetani ha spiegato che fra tutte le regioni rappresentate, ossia quelle con almeno uno sbocco sul mare, è stata selezionata almeno una spiaggia per regione.
L’importanza di questa selezione, dichiara Farnetani, va inquadrata nell’ottica di offrire spazi aperti ai bambini senza esporli a rischi.

3 sono le regioni italiane che hanno meritato il plauso dei pediatri per il maggior numero di spiagge idonee: Sicilia, Toscana e Calabria.
In Sicilia le spiagge che potranno fregiarsi della bandiera verde sono 24. Soltanto tre fra queste rientrano però nel territorio palermitano (Mondello, Cinisi, Balestrate).

Alcune fra le spiagge che hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento sono Fano, Positano, Lignano, Grado, Palmi, Lido San Pietro, Misano Adriatico, Riccione, Capo Vaticano, Marina di Grosseto.

La cerimonia di consegna della bandiera verde ai sindaci delle località meritevoli del riconoscimento, avrà luogo il 16 aprile a San Benedetto del Tronto.