Una fotocamera digitale senza display LCD, la Leica può

By | 30 Aprile 2016

Una fotocamera digitale senza display LCD, questa è la nuova fotocamera Leica, la M-D (Typ 262), che a dire il vero spiazza un po’ tutti, andando contro il trend attuale.
La mancanza dello schermo in realtà è spiegata in maniera molto semplice in casa Leica, in quanto una macchina fotografica senza uno schermo da vita ad una “fotografia nella sua forma più pura“, inoltre la presenza del display tende a distrarre il fotografo mentre sta cercando la migliore angolazione per i suoi scatti.

In altre parole, l’M-D permette di scattare foto stile vecchia scuola, con tempi di ripresa più simili a quelli che si registrano con le fotocamere a pellicola. Il fotografo è costretto a considerare l’immagine esclusivamente guardando attraverso il mirino, regolare le impostazioni con il selettore della velocità dell’otturatore sulla parte superiore e la ruota ISO posta sul retro. E invece di perdere tempo a rivedere le foto dopo ogni scatto, può andare solo avanti continuando a scattare, sperando di riuscire a realizzare quello giusto. Si tratta di una sorta di sforzo per preservare l’arte della fotografia, un mondo molto più complicato di quanto non facciano credere le moderne macchine fotografiche. Purtroppo questo vecchio (nuovo) metodo non è destinato a diffondersi tanto, poiché il prezzo della Leica M-D si attesta su cifre da sogno: al momento il suo costo in dollari è fissato a ben 5.995.

Per quanto riguarda le specifiche, la macchina fotografica ha una capacità di 24 megapixel e utilizza il processore MAESTRO sviluppato dalla Leica. Non è possibile avere immagini in JPEG, i file supportati hanno solo il formato DNG e RAW.

Sembra quasi che la Leica con questa M-D abbia voluto regalare un altro pezzo da collezioni agli appassionati di fotografia del mondo. Perché il rapporto qualità/prezzo non ne fanno certo uno dei prodotti più concorrenziali sul mercato attuale, nemmeno forse se si guarda alle altre fotocamere prodotte dalla stessa Leica.